Io mi ricordo com'era...

io mi ricordo com'eraBreve storia ad immagini della Valle dell’Agno e altri racconti

Autori: Assunta Gleria e Paolo Boscato

Illustrazioni: Assunta Gleria

Progetto grafico: Fernanda Cereda

costo € 18,00

In questi racconti illustrati ho ricercato le radici del presente attraverso immagini con cui poter lavorare di fantasia sebbene appoggiata a una documentazione storica. Nella struttura narrativa, fatta di testi succinti e ampi disegni, raccolti in una ottantina di pagine, ho attraversato lunghi e complessi tratti di storia umana e importanti distanze sulla linea del tempo, per cercare delle risposte a temi sia sociali che personali. Una parte fondamentale della mia identità, quella legata al viaggio e alla ricerca è riflessa in questi “diari di bordo”. Di formazione architetto-urbanista ho lavorato per molti anni nell’ambito della cooperazione internazionale in Africa sub-sahariana e una parte importante di quell’esperienza forma i miei ricordi più cari.
Paolo Boscato, l’autore del testo Suakin, è un paleontologo di origini vicentine. Nel suo racconto quasi onirico, sulla città abbandonata sulle rive del mar Rosso, l’equilibrio tra la memoria del viaggio e l’estro immaginativo poetico si fondono in uno slancio lirico che viene amplificato dalle illustrazioni. Quando mi ha proposto di illustrare il suo racconto, il fascino che la cultura araba ha sempre esercitato in me e la voglia di ritornare, anche solo con la memoria, nelle città della costa africana sull’oceano Indiano, mi hanno spinto subito al lavoro.
La storia che dà il titolo alla raccolta: Io mi ricordo com’era!!! Breve storia ad immagini della Valle dell’Agno, è il frutto invece di una mia rabbia profonda. Un giorno, mentre scendevo dai colli, ero passata per Brogliano - il paese d’origine di mia madre- e, arrivata in pianura, non avevo più riconosciuto il luogo. La campagna era stata completamente sconvolta, ettari di terreni un tempo fertili e coltivati erano stati spostati e scavati per lasciar posto a rotatorie e scavi per il movimento terra della Pedemontana Veneta in costruzione. Saltavano all’occhio ancora devastazioni dopo quelle permesse da un’urbanizzazione selvaggia negli anni della ricchezza. Ma la deindustrializzazione non necessita più di infrastrutture di quel tipo, che hanno reso la valle un catalogo di interventi da non ripetere. Da qui nasce il bisogno di raccontare la storia della valle, di come era nel ricordo e di immaginarne un futuro diverso, sempre possibile. L’immagine di questo futuro, necessaria per esorcizzare la paura della distruzione totale, inclusa quella della memoria, deve includere però anche i disastri ambientali già compiuti.
Anche il terzo racconto: la Karura Forest a Nairobi è il frutto di una grande emozione, questa volta positiva, nel poter camminare – finalmente - all’interno di una foresta, un tempo terreno proibito per i rischi fisici che comportava l’accedervi. Ritornata di recente a Nairobi, dopo avervi lavorato a lungo negli anni ’90, avevo scoperto con piacere che la Karura Forest, un’area di più di 500 ettari all’interno della città, era diventata un parco pubblico, accessibile a tutti, molto frequentato e ben gestito e conservato. Questo risultato era stato possibile grazie all’impegno e alle lotte di gruppi di cittadini, in particolare delle donne del Green Belt Movement che avevano evitato che la speculazione edilizia si impadronisse completamente della foresta.
La memoria storica del territorio è il filo comune che lega i tre racconti, sebbene in contesti molto diversi e lontani nello spazio. Come scrive Agata Keran nella presentazione: “Mai più la desolazione di Suakin, ma la fiducia ritrovata di Karura Forest, capace di lenire le ferite di un territorio, offrendo sentieri comuni per il futuro.”

Come acquistarlo

Per acquistare il libro "Io mi ricordo com'era..." dal costo di € 18,00 cadauno (iva inclusa) più spese postali di € 2 puoi farlo:

1 - Direttamente online usando la tua carta di credito o il saldo Paypal

 

numero copie

2- oppure puoi farne richiesta via e-mail, indicando gli estremi dell'acquirente:

Cognome
Nome
Indirizzo
CAP Comune Prov.
Telefono
E-mail
C.F. o Partita IVA

a: Altra Definizione
Piazzale Giusti 23 - 36100 Vicenza

Tel 0444302760

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Gli estremi per il bonifico:
Conto Corrente intestato a Edizioni Altra Definizione
Banca Etica - Agenzia di Vicenza -
Codice IBAN: IT95S0501811800000012253704

 

3 - Oppure puoi compilare questo modulo, dopo aver effettuato il versamento a mezzo di bonifico bancario indicando gli estremi:

Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido

Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido

La legge impone che il cliente accetti che i propri dati personali vengano trattati secondo quanto disposto dalla normativa vigente. Con la spunta nella casella sottostante dichiari di aver letto la nostra privacy policy ed accetti.

Devi accettare il trattamento dei tuoi dati personali